A proposito di cultura e social

DI FRANCO FRONZOLI

Che i social network  hanno dato diritto di parola a legioni di imbecilli sembra oramai un dato di fatto.

Umberto Eco diceva : “ I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli , che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la società. Venivano subito messi a tacere ed isolati, mentre ora, con i social network, hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È in pratica l’invasione degli imbecilli. La televisione aveva promosso lo scemo del villaggio, rispetto al quale il telespettatore si sentiva superiore.
Il dramma di Internet è che ha promosso lo scemo del villaggio a “ portatore di verità “ .

Come non essere d’accordo?

Abbiamo sotto gli occhi, ogni giorno, frasi demenziali, un lessico da cavernicoli, narrazioni da querela, concetti espressi che non trovano cittadinanza in nessun vocabolario.

Siamo invasi da fake news, da oscenità passate per cultura, da riprovevoli concetti offensivi.

La critica, quella maiuscola, nei social diventa strumento di saccenti, imbecilli che si sentono in dovere di interferire su concetti di cui non conoscono il significato.

Evidentemente la virtualità fa esprimere il peggio sia nella sintassi  che in ambito culturale, oltre che nozionistico.

Abbiamo una consistente mandria di imbecilli che non si accontentano  invece come dovrebbero, di belare, ma si arrogano il diritto di parlare.

Una folla di giornalisti, saggisti, filosofi, matematici ed oggi più di sempre , virologi, psicologici, psichiatri, si cimenta, anche con presunzione, in ogni pertugio che i social lasciano libero.

Come i “ furbetti “ che, sotto sotto, vogliono far passare concetti sociali e politici interessanti, come coloro che sono pronti a fare dei prestiti ad interessi irrisori e non disdegnano la loro presenza i “ truffatori “ , i ladri di immagine, i sapienti della cucina che esprimono ricette da trogloditi.

Ci siamo sempre augurati che tutti i social si adeguassero a delle normative fortemente selettive, per escludere gli “ imbecilli “ , invece no , sembra che venga dato più spazio proprio a questi ultimi.

 

scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)