A proposito di sopravvivenza

DI PINA COLITTA

La consapevolezza della necessaria
sopravvivenza. Che brutta parola potrebbe essere “sopravvivenza” se non si fa strada nella nostra mente una sacrosanta riflessione…

Intanto ognuno di noi per poter vivere deve soddisfare
dei bisogni di base, che condividiamo con tutto il mondo animale e
vegetale: respirare, mangiare, dormire. Sono questi i requisiti di
fondo della vita, i bisogni più elementari che devono essere
soddisfatti.

Eppure, soddisfatti questi bisogni di base, sentiamo la voglia e il
piacere di qualcosa di più e di diverso, in sintesi non ci basta la
sopravvivenza. Subentrano altri appetiti per cui dal nutrire
l’essenza, la nostra fisicità, si sente il bisogno di arrivare al
centro superiore, che è quello della relazione, che è quello della
comunicazione. Altrimenti che umani saremmo?

“Non è la specie più forte a sopravvivere, né la più intelligente, ma
quella più pronta al cambiamento”

Charles Darwin

scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)