Amore incondizionato

DI FRANCO FRONZOLI

Si sono incontrati per caso, in un bosco della Maremma, lui un cane lupo bellissimo che si chiamava Kasper, e lei una cerbiatta alla quale, in seguito, gli venne dato il nome Regina.

Regina si trovava vicino ad un albero, con una ferita non preoccupante ad una zampa, mentre Kasper girovagava lontana da Giulio, il suo padroncino.

Kasper si avvicinò ed invece di aggredire la cerbiatta, si accucciò vicino a Regina.  Dopo pochi minuti diventarono amici.

Giulio, un ragazzino di 9 anni appena li vide, lentamente li raggiunse e vedendo la ferita, prese sulle spalle Regina e la portò a casa sua.

Curò la cerbiatta sino a che non si rese indipendente e vista l’amicizia instaurata con Kasper, iniziarono a giocare nell’ampio prato davanti a casa.

Un contadino che passava di lì , chiamò Giulio e gli disse che nel bosco erano stati visti due lupi, da quel momento Kasper non lasciò mai da sola Regina e guardava sempre se nelle vicinanze c’erano i lupi.

Una mattina all’alba, vide i due lupi che si aggiravano nei dintorni e subito si mise accanto alla cerbiatta, attirò l’attenzione del padre di Giulio che sparò due colpi di fucile in aria facendo scappare i due lupi.

Oramai Kasper e Regina stavano sempre assieme, ogni tanto andavano nelle vicinanze del paese senza mai addentrarsi troppo per paura degli uomini.

Passò un anno dal momento in cui Regina si trovava in quel posto ed un giorno Giulio accompagnò la cerbiatta nei pressi del bosco e la lasciò libera.

Regina spiccò un salto poi un altro si girò guardò per qualche secondo Giulio e Kasper e poi si addentrò nel bosco e sparì verso un infinito abitato da soli cerbiatti e cerbiatte.

Quando l’amore è vero non esistono differenze di genere, si vuole solo il bene dell’altro, chiunque esso sia.

Immagine tratta dal web

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità