Bambino

DI HORION ENKY

Quand’eri bambino riuscivi a toccare il cielo con un dito
e a chiuderlo in una scatola,
meravigliandoti di vederlo ancora lì, quando l’aprivi.
L’unico gioco che possedevi era la fantasia
e con essa costruivi tutto,
inseguendo i sogni più belli.
Il buio era così oscuro
che ti sembrava di sbattere contro un muro,
ma tu riuscivi a correr più forte della paura.
Bastava un sorriso e una carezza,
per farti sentir un bimbo o una bimba
un principe o una principessa;
con un fucile giocattolo, un soldato
e con una bambolina, una mammina.
Non c’era mai rabbia né rancore, dentro il cuore
ma solo tanta voglia d’amore.
Recitavi una preghiera, prima di dormire.
Se fossi stato fortunato, avresti udito fiabe, dalla bocca amata,
ma quando ti addormentavi,
volavi in un mondo di magia,
a cui adesso, hai dato il nome di poesia.

Immagine tratta dal web