Bimbo mio

DI RICCARDO ANCILLOTTI

 

Ho chiesto di saper volare,
restando con i piedi in terra.
Per la paura di cadere,
per il timore della guerra.
Ed ho rubato tante volte,
giustificandomi alla sera,
con la certezza di aver dato,
una certezza non sincera!
Ho fatto inutili scommesse,
quando sapevo che perdevo,
e tante volte ho rinunciato,
anche se è certo che vincevo.

Ho fatto tante sciocchezze
Ho avuto tante carezze
Ho stretto parecchie mani
Ho sciolto tanti legami.
Ho perso tante occasioni,
Vissuto tante illusioni
E sempre per esser io…!
Bimbo mio !

Ho sempre scelto quel che ho avuto,
non quello che volevo avere,
e posso dire siine certo;
chi devi odiare è nel potere.
Non c’è nel mondo peggior male,
di quello che mangi ogni giorno;
efficientismo industriale,
con il sociale di contorno.

Ho fatto tanti programmi.
Creduto di viver drammi.
Vissuto l’insicurezza.
Cercato la tenerezza
Parlato per circostanza.
Respinto ogni arroganza,
e non ho creduto in Dio..
Bimbo mio !

Poi trovi sempre nell’amore,
risposta a quello che non hai.
E’ una risposta anche al dolore.
A quel che prendi, a quel che dai!
E ogni rapporto con la gente,
diventa allora più vicino.
Diventa sempre più importante,
essere uomo e non cretino!..

Chi sbaglia per troppo orgoglio,
e affonda sul primo scoglio.
Chi pecca di presunzione,
giocando con la ragione.
Chi sbaglia, poi si corregge.
Chi fa a pugni e non li regge,
e chi ama troppo ‘l’io’..!
Bimbo mio!

Ho chiesto di saper volare,
ma poi volare non volevo,
ma dare un senso ad ogni cosa,
questo me lo ripromettevo.
Certo tu potrai giudicare,
solo guardando quel che è stato.
Guardando avanti nel futuro,
togliendo errori dal passato.
E se ci incontreremo allora,
sarà perchè in fondo è cambiato,
qualcosa dentro la persona,
nel suo presente e nel passato..

Chi ha fatto tante sciocchezze.
Avuto tante amarezze.
Chi ha vinto tante battaglie.
Subito le rappresaglie.
Amato con presunzione.
A torto, senza ragione,
e forse ci sarò anch’io…
Bimbo mio…!