Cari giovani, vi scrivo

DI FRANCO FRONZOLI

Ai miei nipoti voglio dire di essere liberi e di non aver paura. Faccio mie le parole accorate della senatrice a vita Liliana Segre.

Cari nipoti, la libertà è un bene prezioso, se non il più prezioso dopo la salute ; voglio che non abbiate paura perché la paura limita, non crea spazi, li riduce.

Le mie generazioni hanno vissuto tempi difficili, ma, credetemi, meno difficili di quelli che aspettano voi.

Siate liberi ma anche indipendenti, nelle vostre idee, nelle vostre azioni; usate la cultura perché senza cultura la vostra vita sarebbe come un albero senza radici.

Munitevi di pazienza perché ne dovrete avere tanta, non vi stancate mai di ascoltare ed usate le parole lo stretto indispensabili.

Leggete, leggete libri di vari argomenti ; i miei ve li lascio in eredità: sappiate custodirli, perché grazie a loro, vostro nonno è riuscito ad uscire dall’ombra esistenziale.

Camminate sempre a testa alta, senza timori reverenziali, non abbassate la testa difronte a nessuno e non permettete che altri la abbassino davanti a voi.

La vita è come una autovettura va curata, va rispettata, va guidata con prudenza ed intelligenza.

Nelle vostre azioni ascoltate prima il cuore e poi il cervello siate cultori dell’amore dell’amicizia, del rispetto.

Forse voi passeggerete sulla luna, o forse, andrete a fare colazione su Marte, ma ricordate che la Terra è straordinaria e soprattutto l’Italia è straordinaria

Ogni giorno vi consiglio di dire una preghiera per la pace nel mondo: troppi bambini, donne, uomini, ho visto morire per l’ insensatezza di uomini criminali.

Avere davanti un mondo diverso dal mio mi fa sentire inadeguato nel dirvi se sarà migliore o peggiore, il domani, anche se vi auguro sia il migliore in assoluto.

Abbiate la forza di mettere in primo piano la famiglia, cosa che non abbiamo saputo fare noi: la famiglia è il perno insostituibile di ogni società.

Siate fieri ed orgogliosi e difendete sempre la vostra dignità con tutte le forze e contro tutte le bieche intromissioni.

Siate cittadini e mai sudditi, persone libere e non persone schiave: guardate il futuro senza timore.

Se potete non odiate è questa una di quelle caratteristiche che eleva lo spirito dell’uomo, lo rende saggio.

Vi lascerò un bastone metaforico , perché possiate camminare in sicurezza anche quando avrete la mia età.

Forza ragazzi!

Immagine tratta dal web

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità