Castell’arquato, cosa vedere nel borgo degli innamorati

DI ALICE TOFFALINI

(Travel blogger)

Castell’arquato il borgo degli innamorati in provincia di Piacenza, cosa vedere, parcheggio ed eventi nel meraviglioso borgo dell’Emilia Romagna

Dopo Grazzano Visconti, dovevo per forza parlarti di Castell’Arquato, un antico borgo medievale posto su un colle della Val d’Arda, in provincia di Piacenza, certificato come uno dei più belli d’Italia. Il borgo di Castell’arquato è meta ideale per un tour tra storia, arte e buona cucina. Una perfetta gita domenicale che vi lascerà senza fiato

Passeggiare per le viuzze acciottolate del centro è come tornare indietro nel tempo rivivendo l’atmosfera e il fascino medievale.

Breve storia di Castell’arquato

castellarquato-cosa-vedere
Alice Toffalini di: Il mondo attraverso alice.com

Le origini del paese non sono ancora chiare, ma si presume che i romani vi costruirono un castrum militare e che il toponimo di Castell’Arquato venga proprio da uno di loro, ovvero Caio Torquato, che contribuì alla fondazione del paese.

Alla fine del 1200 il borgo era governato da Alberto Scotti, signore guelfo di Piacenza, che cercava di allargare il proprio dominio, ma si dovette arrendere nello scontro con i Visconti di Milano e finì in prigione.

Con la caduta di Scotti, Castell’Arquato si emancipò da Piacenza e venne fortificato finché, a cominciare dal 1342, la rocca fu eretta per volere di Luchino Visconti. La rocca aveva una funzione di difesa e controllo sugli abitanti e sul territorio circostante grazie alla sua posizione strategica a 224 metri d’altezza.

Il borgo poi passò un periodo di lento declino per essere poi inglobato nel ducato di Parma e Piacenza, restaurato e valorizzato.

Castell’Arquato, cosa vedere

Torrione Farnese e centro storico

Noi siamo entrati nel borgo di Castell’Arquato dalla porta di Palazzo Stradivari da cui si ammira il Torrione Farnese.

Il centro storico si sviluppa in salita, con piccole vie acciottolate e abitazioni in pietra che rimandano all’epoca medievale.

Castell’arquato cosa vedere

Piazza del Municipio

Il cuore del borgo, nella parte alta, che si raggiunge percorrendo la via Solata, è la Piazza del Municipio; da qui si gode di un panorama stupendo sulla vallata circostante e vi si trovano i palazzi più importanti come il Palazzo del Podestà, la Collegiata di Santa Maria, una delle chiese più antiche della regione Emilia-Romagna, e la rocca.

Rocca Viscontea

castellarquato-cosa-vedere
Castell’arquato, cosa vedere nel borgo degli innamorati

La rocca di Castell’Arquato spicca sugli altri palazzi della Piazza del Municipio e sono visitabili la ricostruzione del ponte levatoio sul fossato, i cortili esterni e le sale della torre.

All’interno si trova il Museo di Vita Medievale dove sono esposti modellini di macchine da guerra e una sala delle armi.

La visita termina sulla terrazza panoramica; ricordo di aver avuto le vertigini mentre salivo le scale, ma una volta arrivata in cima e ammirato il paesaggio, è passata tutta la paura.

Orari e prezzi

DAL 1° OTTOBRE AL 31 OTTOBRE:
Da martedì a venerdì accesso solo con visita guidata SOLO SU PRENOTAZIONE: ore 10.30, 14.30 e 16.00
sabato e domenica: aperto dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

NOVEMBRE – DICEMBRE

Da martedì a venerdì accesso con visita guidata SOLO SU PRENOTAZIONE: ore 10.30, 14.30 e 16.00
sabato e domenica: aperto dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00
Chiuso lunedì non festivi, 25 dicembre

Biglietti:
– Intero: € 5,00
– Ridotto (gruppi minimo 20 pax, ragazzi 6-12 anni, over 65): € 4,00
– Bambini sotto i 6 anni: gratuito
– Cumulativo (Rocca + Geologico) intero: € 7,00
– Cumulativo (Rocca + Geologico) ridotto: € 5,50 (gruppi minimo 20 pax, ragazzi 6-12 anni, over 65)

VISITE GUIDATE AL BORGO E ROCCA VISCONTEA:
Biglietto unico: € 7,00/persona, durata 1 h e 30 minuti. Include: guida, biglietto di ingresso alla Rocca, visita alla Collegiata e al Borgo.
Per individuali nei mesi di marzo-aprile- maggio –settembre e ottobre domenica e festivi alle ore 11.30 e 15.00
Su prenotazione per gruppi: sempre possibile (minimo 20 pax, € 6,50 a persona).

Ricorda che la Rocca Viscontea è pet friendly. Questo significa che potrai entrare con il tuo amico pelosetto!

Per tutte le info sull’accesso alla Rocca visita il sito ufficiale.

castellarquato-cosa-vedere
Castell’arquato cosa vedere

Castell’Arquato, cosa mangiare

Tra i prodotti tipici del territorio piacentino, meritano l’assaggio i salumi, lo gnocco fritto e formaggi come il provolone e il Grana Padano.

Tra i primi piatti invece non bisogna perdere i tortelli con la coda (a forma di caramella, ripieni con ricotta e spinaci), e i pisarei e fasò (gnocchetti con sugo ai fagioli).

All’enoteca comunale di Castell’Arquato, all’interno del Palazzo del Podestà, si trova una vasta scelta di vini locali, come il Monterosso val d’Arda.

Castell’Arquato parcheggio

Nel borgo fortunatamente si trovano molti parcheggi gratuiti sia nella parte bassa sia in quella alta e sono contrassegnati da numeri dall’1 al 5.

Per le persone che hanno difficoltà motorie, da lunedì a venerdì, è possibile arrivare con l’auto alla Piazza del Municipio.

Questa è la lista dei parcheggi di Castell’Arquato:

  • Piazza San Carlo
  • Viale Remondini, 2
  • Via Giovanbattista Niero
  • Via Pontenuovo, 49

Castell’Arquato, gli eventi

Nei primi giorni di ottobre, a Castell’Arquato viene organizzato l’evento Festa delle Castagne e Festival dei Ricordi: le protagoniste sono appunto le castagne o caldarroste, abbrustolite al momento.

Tra gli altri prodotti che si possono trovare nelle bancarelle, ci sono i chisolini, cioè rettangoli di pasta fritta, da accompagnare con salami o prosciutti; vengono inoltre organizzate visite guidate nei luoghi più significativi della zona.

Per San Valentino torna l’evento Il Borgo degli Innamorati, ricco di proposte per le coppie come degustazioni e lanterne volanti che trasportano le promesse d’amore delle coppie.

Il borgo ospita anche la manifestazione Rivivi il Medioevo che si tiene in settembre: popolani, pulzelle, mercanti e cavalieri popolano le strade e sarà come tornare indietro in un’altra epoca.

Castell’arquato borgo degli innamorati

Il Comune mette a disposizione alle coppie che desiderano celebrare il proprio matrimonio con rito civile a Castell’arquato due ambienti, entrambi ubicati all’interno del trecentesco Palazzo del Podestà, la Sala Consigliare e la Quadreria.

E’ possibile inoltre sposarsi a Castell’arquato con rito religioso, nella Piazza Monumentale del borgo presso l’incantevole Chiesa Collegiata.
Edificata nel 758, conserva ancora intatto il suo fascino antico, semplice e austero.

Per informazioni è possibile contattare direttamente la Parrocchia di Castell’Arquato al numero 0523 805151, oppure collegarsi al sito del Comune di Castell’arquato al seguente LINK.

Curiosità su Castell’Arquato

  • Il pozzo del Sole: nel quartiere del Sole esiste un pozzo da cui, sebbene si estraesse acqua, il livello ne rimaneva invariato. Accostando l’orecchio al pozzo, si sentiva un rumore simile a quello di un torrente; si presume quindi che sotto ci sia un fiume sotterraneo;
  • In passato, nella zona dell’Arda, erano presenti tantissimi mulini, usati per ricavare olio e farina;
  • Negli anni ‘80 Castell’Arquato venne scelta come set per il film fantasy Lady Hawke, diretto da Richard Donner: una maledizione impedisce a due amanti di stare insieme, infatti di giorno Isabeau prende le forme di un falco, mentre Etienne è costretto a trasformarsi ogni notte in un lupo. Il film percorre i loro tentativi di spezzare il maleficio.

Vi consiglio di visitare Castell’arquato nel week end per poterne godere a pieno del suo splendore e fascino. Il fine settimana, infatti, il centro storico è chiuso alle auto, si presenta invece più caotico e poco affascinante nei giorni infrasettimanali.

da ionocicasco.it

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società