Chissà ora, cosa vuoi da me…

DI SILVANA PINTO

E adesso cosa vuoi? Vuoi me , il mio cuore, la mia pelle ? Sinceramente non capisco questo messaggio… “mi vuoi”, due semplici parole che non riesco a comprendere.

Ma cosa vuoi? Ti ricordo che sei stato tu quello che è scappato via da me, io mi sono limitata a salire su un aereo e scomparire per qualche tempo, e cercare di dimenticare…

Ma perché ti comporti così? Adesso, proprio adesso che sto cercando di ritrovare il mio equilibrio nel cuore.
Forse hai scritto “mi vuoi” pensando alla nostra passione? E’ quella che ti manca, o ti manco io?

Sai quante volte ho fermato la mia mano, mentre guardavo il tuo contatto? La mano voleva scrivere, la testa me lo vietava…

E tu che fai? Mi scrivi che “mi vuoi”.
Pensaci Riki, e la prossima volta rifletti prima di pronunciare parole, non buttarle così, perché le parole inducono pensieri, forse sbagliati, ma sicuramente destabilizzanti …Il mio cuore non è un elastico, che puoi allungare e ritrarre a tuo piacimento.
Mia.

 

scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla