Ci sfioriamo senza sentire

DI MARIA RONCA

Resto attonita
Davanti alla ribellione
Di negare la vita
Smettere per denunciare
Un proprio malessere
Strappare ogni pensiero
Ossessivo
Pensare
Che sia meglio
Non sentire più niente
Pur di non caricarsi
Sulle spalle
L’assillo di un altro giorno
Resto affranta
Quando parliamo
E non facciamo nulla, per davvero
Non ci sono
Persone
Ma servizi in bilico da sempre
Appigli nel mare della vita
Inesistenti, perché ritenuti inutili.
Soli a vivere, soli a sopportare,
All’orizzonte spartani
Predicatori.
Resto in ruoli
Confezionati e mai scartati
A urlare il ritardo
Con cui ci muoviamo
In un’esistenza
Senza contatti
Ci sfioriamo
Senza sentire

Immagine free