Come foglia

DI ALESSANDRA BUGATTI

Come foglia raggrinzita
avrei nascosto il dolore
Ma posai le mie mani
su di una scheggia di vetro
e compresi che
non è il graffio che porta
la fuoriuscita di sangue
a fare male
Quello è una conseguenza
Ma è il vuoto di chi ti ha abbandonato, schernito, deriso,
raccontando i tuoi segreti
Colui che una volta
chiamasti amico…

Foto da Pinterest

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità