Come onda

DI FEDERICA SIMIONATO

S’infrange
il mio stare lontano
tra le schegge di ghiaia
che il mare leviga lento
Implorando
il bandolo chiaro
di ogni laccio di cielo
celato nel vento

Il volo nudo
di un sogno fanciullo
profuma
di sale, corse e mirto

Non è solo un nodo
l’ormeggio che sciolgo
per esserti nave in mare aperto

©® Copyright foto limian

scrignodipandora

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità