Comprare casa all’asta giudiziaria: occhio ai facili entusiasmi!

Comprare casa all’asta giudiziaria: occhio ai facili entusiasmi!

Le aste giudiziarie rappresentano lo strumento più “efficace” per un soggetto di vedere soddisfatto il proprio credito a fronte di una inadempienza da parte del debitore.

Le aste, all’interno di una procedura di esecuzione forzata, vengono disposte dal Giudice dell’Esecuzione, che impone la vendita di un immobile di proprietà del debitore (soggetto esecutato) sottoposto ad espropriazione forzata in seguito a decreto di pignoramento dell’immobile.

Comprare casa all’asta giudiziaria, può essere conveniente ma non sempre ciò che appare poi realmente è così e bisogna fare molta attenzione a non farsi prendere da facili entusiasmi per poi ritrovarsi in mano una “patata bollente” da sbollentare.

Innanzitutto è bene precisare che per partecipare ad un’asta giudiziaria non è necessaria l’assistenza legale, o di un consulente: farsi aiutare da chi ha più esperienza o magari partecipa alle aste “per professione”, può tuttavia evitare di incorrere in brutte sorprese inaspettate.

Sicuramente acquistare case all’asta può rappresentare un’operazione conveniente, in quanto solitamente il prezzo di aggiudicazione risulta essere molto più basso rispetto al reale valore di mercato del bene venduto; ciò, anche per il fatto che, per ogni “asta deserta” il prezzo a base di vendita viene abbassato per legge del 25%, portando l’immobile a prezzi talvolta davvero irrisori.

Questo articolo, senza troppe pretese, vuole quindi essere un piccolo vademecun utile per un primo approccio al mondo delle aste giudiziarie immobiliari. (FONTE: Faro Giuridico)

scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società