Con infinito orgoglio

DI OTELLO AURELIO VALENTINI

Io sono eterosessuale.
Sono nato dalla parte fortunata del mondo
Sono uomo
Sono bianco
Vorrei immaginare un mondo dove queste quattro cose sono discriminate.
Una terra-2 dove un’ Africa nera ricca e prosperosa ha vissuto e sta vivendo il proprio benessere calpestando e depredando l’ Europa dei propri beni. Dove i bianchi sono stati strappati dalle loro case ed usati come schiavi per secoli. Dove si è costretti a vivere in un Europa piena di dittature fantoccio e guerre civili in pieno ventesimo e ventunesimo secolo.
Un ‘ universo parallelo dove le donne che hanno da sempre fatto le guerre e dato solo da pochi decenni il voto anche agli uomini, ancora detengono in gran parte il potere mondiale e solo in pochi paesi più progrediti di altri concedono le quote azzurre in ambiti politico- sociali.

Una terra omosessuale dove chiunque nasca con istinti eterosessuali per millenni ha dovuto nascondersi per non subire violenze e vite troppo spesso distrutte. Coppie uomo-donna che rischiano di venire malmenate per strada se si tengono per mano oppure osino addirittura baciarsi.
Quel mondo orribile esiste.
Non per chi è eterosessuale, nato dalla parte fortunata del mondo, maschio e bianco.

Ecco perché penso che solo l’ empatia potrà salvarci. E la cultura.
Mi presento, sono Otello
Omosessuale,
nato dalla parte sbagliata del mondo
nero
e donna.
Con infinito orgoglio.

 

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla