#Consapevolezza e responsabilità senza dimenticare la dignità degli esseri umani

DI MARCO ZUANETTI

Un Treno Con I Finestrini Oscurati. L’assurdo urla nell’intimo della coscienza, e nessuno lo grida dai tetti.
Specialisti senza intelligenza, gaudenti senza cuore: questo nulla si immagina di esser salito ad un grado di potere, non mai prima raggiunto.
Che tutto si fermi.
Non riesco a pensare. A. concepire. A. Fare un passo verso un orizzonte qualsiasi.

Una pigrizia più vecchia del globo, mi inchioda a questo immondo istante.
E. Quando per scuoterla metto in guardia il mio spirito.
Con anima fremente. Mi RIBELLO. A. Questo mondo capovolto.
A questo status quo : Nessuna particella d’aria. Dove esistere.
Dove respirare.
Dove gridare la dissidenza.
Il respiro è negato. L’idea si tace.
Lo spirito affogato.
Trascinandoci nel fango con le nostre eresie.
L’unico atteggiamento : LA NARRAZIONE COME DISPOSITIVO CONOSCITIVO, che risvegli il mondo , o, almeno le coscienze.

La difesa dell’ambiente – considerato anche nelle sue dimensioni umane e sociali – la lotta alle diseguaglianze sono aspetti imprescindibili e strettamente connessi.
In tale contesto la distruzione dell’ecosistema contribuisce alla cultura dello scarto, a una logica “usa e getta” che non risparmia niente e nessuno.
Ciò produce, anche alle nostre latitudini, diversi tipi di povertà che affliggono tanti individui e un numero sempre maggiore di famiglie.
Restare in silenzio di fronte a queste ingiustizie significa mettersi dalla parte dei potenti e dei prepotenti che pensano solo a ottenere il maggiore profitto immediato secondo gli spietati meccanismi dell’economia.
Le disparità sociali possono essere combattute con la solidarietà e la condivisione, assieme all’ascolto e all’accoglienza verso gli ultimi, avendo chiaro che il principio cardine è sempre la dignità dell’essere umano.

Inoltre, la consapevolezza delle cruciali responsabilità che l’intera collettività possiede nei confronti del mondo richiede un radicale cambiamento del comportamento e di mentalità.
Smettere di pensare che le nostre azioni quotidiane non abbiano un impatto sulla vita degli altri e agire in un’ottica di crescita planetaria nella quale l’essere umano è al di sopra delle divisioni politiche, ideologiche e di convenienza.
Solo così sarà possibile vivere in armonia con la natura e mettere in atto un’autentica opera di restituzione ai Paesi poveri, vincendo l’egoismo del ricco occidente.

#cultura# #liberopensiero# #societa# #consapevolezza# #scrivere# #pensierocritico#

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società