Nel silenzio inaccettabile dei Governi occidentali, continua l’offensiva contro la popolazione arabo-palestinese

di Michele Piras

In terra di Palestina, a Gerusalemme in particolare, è in corso da mesi una nuova devastante offensiva contro la popolazione arabo-palestinese.
Dall’inizio dell’anno Israele, dopo l’approvazione di quasi 5000 nuove unità d’insediamento, ha demolito 31 case e 27 strutture, cacciando con la violenza i residenti dalle loro case e proprietà, arrestando coloro che si ribellano, deportando intere famiglie, centinaia di persone.
Ogni report e ogni testimonianza delle organizzazioni umanitarie internazionali riferisce al Mondo intero la violenta ripresa di un programma che richiama esplicitamente le peggiori operazioni di pulizia etnica che la Storia ricordi.
Una vergogna che avviene davanti agli occhi di tutti, lontano dai clamori dei Media, nel silenzio inaccettabile dei Governi occidentali.
E sarebbe giunto il tempo che la Comunità internazionale intervenisse con forza per sanzionare Israele, per imporre la fine dell’arbitrio, della barbarie, della violazione di ogni diritto umano in Terra Santa, per imporre un processo di pace giusto, nel quale ognuno possa riconoscersi nella pari dignità.
Ora basta!
Viva la Palestina, viva la libertà!
*Immagine web
scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla