Dubbi e certezze

DI RICCARDO ANCILLOTTI

Io credo che coltivare il dubbio aiuti chi coscientemente vuole arrivare alle verita’ !
Una societa’ che invece vuole arrivare a conclusioni rapide, o e’ una societa’ culturalmente ignorante, oppure e’ guidata da personaggi che stanno li per asservire qualche potere.

Sappiate che la cultura, non rifugge mai il dubbio e la volonta’ di svelare una verita’. Diversamente, solo chi punta a verità, di comodo, tralascia qualsiasi analisi e coltiva solo il proselitismo.

Questo ultimo gli permette di scansare qualsiasi ostacolo diplomatico per raggiungere un obiettivo prefissato.
Ora tutto si puo’ dire, o non dire, ma la Storia insegna, che questo comportamento e’ tipico del militarismo, nato ai tempi della guerra fredda e che oggi ricerca l’ occasione buona per risalire la china del potere.

Per questo tipo di logica, non serve passare da un qualche messaggio culturale antropologico, o morale, ma solo esaltare la legge del piu’ forte.
Almeno fino a quando, non e’ certo che il risultato finale sia quello auspicato.
D’altra parte questa e’ la logica nata da una delle parti piu’ buie della storia, lasciata all’oblio.

Ovvero le atomiche sganciate sul Giappone.
Forse se l’umanita’ avesse aperto gli occhi e preso coscienza di cosa era stato fatto, ora utilizzeremo di piu’ il dubbio e meno la certezza incontaminata!

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità