E…

DI LUCIANA IBI

E….

…questa piccola Alba
che smorza i toni all’usignolo
e
non sa accogliere il sonno,
spinge il mio cuore inquieto
ad allontanarsi
da questo sottile dolore,
intreccio di stanchezza e paure….

Allontanarsi….
..dove non c’è risacca,
senza il fiato salato
rubato dal vento
alle onde,
sottrarsi al richiamo
dei falò accesi,
allo strepitio dei gabbiani,
all’arsura di desertica sabbia…

Incamminarsi…
..dove la Solitudine
ha le mille voci della natura…
stormire di foglie,
gorgoglio di acque sorgive,
pigolio di vite nuove,
ronzio di api,
fruscio di timide creature,
il garrito delle rondini,
il concerto di raganelle e cicale…

Salire….
..dove le rocce conservano
il ricordo dei mitili,
dove le Genziane
hanno l’intenso colore
di un cielo cobalto,
dove le eriche fioriscono a lungo…
..aggrappate alle pietre
ciuffi di Stelle alpine,
sul sentiero l’ombra dell’aquila
e
se il cielo cade e si fa nebbia,
la Solitudine è densa,
rende consapevoli
di ogni più piccola cellula umana,
il Cuore fa rumore
e
la Pace ,
legata all’Immenso
non precipita.

©® Copyright foto di Luciana Ibi

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità