Figli dell’impossibile che esiste

DI  OTELLO AURELIO VALENTINI

Avremo ancora respiri profondi
per donare parole buone
Abbracci che sanno di nuovo
per tornare all’ antica gioia
che non sapevamo di avere.
Soprattutto sguardi diversi
più chiari e degni del futuro.
Non tutti capiranno.
Noi si
Noi figli delle consapevolezze cercate.
Figli dell’ impossibile che esiste.

 

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla