I segreti per vivere a lungo e in #salute

di Cristina Piloto (biologa/nutrizionista)

Quali sono i segreti per #viverebene e a lungo? Vari studi scientifici hanno stilato ben 50 punti e rispettivi consigli da adottare per avere una vita il più sana possibile!

Tra le prime esortazioni c’è quella di muoversi, correre se possibile (ma anche la camminata veloce va benissimo), e questo porta sicuramente a migliorare la salute del nostro cuore e dei vasi in generale.

Subito dopo viene detto di seguire una #dieta ricca di proteine vegetali, povera invece di carni, soprattutto quelle lavorate (insaccati). Uno studio dell’Università di Harvard pubblicata su Jama ha affermato che ogni incremento del 3% di calorie provenienti da proteine vegetali è correlato a una riduzione di morte del 10%. Magari aggiungendo un po’ di pesce e facendo attenzione a scegliere prodotti animali il più controllati possibile.

Ancora, il consiglio successivo è quello di prendere il sole, ma con cautela. Il sole, infatti, è fondamentale perché il nostro organismo elabori una vitamina fondamentale, la vitamina D, importante per l’assorbimento del calcio nelle ossa, e ad oggi conosciuta anche per avere un ruolo nel sistema immunitario e cardiovascolare.

Ma senza esagerare ovviamente, meglio prenderlo camminando con le braccia scoperte per non troppo tempo, e nel caso in cui l’esposizione sia più duratura e più estesa è necessario mettere sempre una protezione adeguata.

Sembrerà strano ma un’altra esortazione è quella di bere caffè! Senza abusarne ovviamente, ma due tre tazzine al giorno sembrano prevenire diabete di tipo 2, demenza e aiutino la salute cardiovascolare.

Il caffè contiene #antiossidanti, quindi va benissimo berne qualche tazzina al giorno.

Non sorprende invece che venga consigliato di mangiare noci. Questo tipo di frutta secca (ma anche le mandorle, le nocciole e gli altri tipi) sostengono l’attività del cuore, contengono antiossidanti e grassi buoni, e hanno un ruolo anche nel prevenire dalla ricaduta dei tumori al colon.

Uno studio condotto in Cina e pubblicato sul British Medical Journal suggerisce che non farsi mancare peperoncino, curcuma, cannella e zenzero può rendere più longevi.

La curcuma in particolare, per le sue proprietà antinfiammatorie vanta attività di prevenzione riguardo a patologie tumorali e cronico-degenerative.

Che il fumo faccia male ormai lo sanno tutti, quindi smettere di farlo potrebbe stare al primo posto. Non vedere le conseguenze di questa abitudine assolutamente malsana, (quando si mangia troppo e si ingrassa è ben evidente!) forse concorre al non dover pensare quanto possa essere nocivo.

Ma basta capire che, pur non avendone la visione, stiamo danneggiando quotidianamente non solo i polmoni, fondamentali per la respirazione ma anche per il mantenimento di tante altre funzioni organiche, ma tutto l’organismo.

Anche bere alcol in maniera smodata naturalmente non fa bene alla salute, tuttavia un bicchiere di vino rosso ogni tanto sembra essere benefico per il fatto che contiene resveratrolo, potente antiossidante (anche se c’è ancora molto da studiare su questo, e lo stesso effetto, anzi migliore, si ha mangiando uva rossa).

Tra le spezie anche il peperoncino piccante ha il suo posto d’onore. Il consumo abituale (almeno una volta al mese) è associato a una riduzione del 13% della mortalità generale, e in particolare da ictus e malattie cardiache. Il merito è della capsaicina, il suo principale componente dal gusto piccante, che sarebbe capace di favorire la perdita di peso accelerando il metabolismo e di modulare il flusso sanguigno coronarico.

Lo stress sicuramente non aiuta a vivere più a lungo; quindi, un’altra raccomandazione è quella di contornarsi di persone che ci corrispondano, e seguire le proprie esigenze, realizzando a pieno la propria personalità.

E poi ancora, mangiare più frutta e verdura, cereali integrali, pesce, dormire almeno 7 ore a notte (fondamentale per restare in salute), avere rapporti sani, mantenersi giovani, non stancarsi mai di approfondire e voler conoscere, darsi obiettivi, anche importanti (non è mai tardi per mettersi in gioco!), ma anche godersi una vacanza di tanto in tanto…queste le linee guida che sembrano poter essere un utile strumento di prevenzione per patologie anche importanti e per avere una vita lunga e in salute.

Dunque, sfruttare al meglio il tempo della vita sembra essere un “obbligo” da cui non possiamo proprio esimerci, d’altra parte l’essere umano per sua natura tende a realizzare a pieno le sue esigenze, e se questo non accade possono insorgere anche disagi, se non malattie, di tipo psichico e fisico.

A differenza degli animali, l’uomo e la donna hanno la necessità non solo di soddisfare i propri bisogni, ma al contrario di rendere la propria esistenza il più creativa e fantasiosa possibile, e questo si può fare solo nel momento in cui i beni materiali e anche le scoperte scientifiche vengono messi al servizio delle persone e mai il contrario.

#viveresani  #dieta  #antiossidanti

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società