Il raccolto dell’amore

DI GRAZIELLA DE CHIARA

 

Sapessi come luccica il grano quando lo stringi nella mano,
con le sue spighe pungenti a correre fino al sole
da far carezze audaci a questo amore…
Raccolgo le matasse di pensieri a riordinar la mente,

qui stasera,

mentre sul ramo i fiori sembrano farfalle al vento,
e le foglie cambiano con i giorni,
fino a divenir poltiglia quando i passi rumoreggiano sul cammino.
L’ amore, eh l’amore!

Lo sento maturare con i frutti nuovi, e spesso, stanco,
trova spazio fuori dagli abbracci,
come il tempo a sera, che scalda le ferite al banco delle emozioni.

L’ autunno tinge il cuore con i suoi cesti colorati,
come un bambino arrossisce timido
avanza a farsi coccolare dai petali rimasti a roteare sulle case.
L’ arcobaleno lasciato alla pioggia scricchiola;

su nel cielo un canto al paradiso che non vedo qui,
dove ogni pensiero porta peso e desolazione.
Lo scoiattolo si guarda intorno prima di saltare al tronco
cerca un nido dove andare, quando il freddo s’avvicina e i giochi

smetteranno a una certa ora.

Quante spighe ancora dovrò sfilare, in questo silenzio che circola nell’aria,
come a dirti che non è tardi per sperare…
Quanto respiro ancora bisognerà ingoiare a vuoto,
prima che giunga il tempo per quel raccolto d’amore,

a saziare il mondo ancor prima d’arrivare al cuore.

#grazielladechiara# #cultura# #poesia# #poeti# #autori# #poetando# #versi#

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società