“Il tempo del cuore” di Elvira Frojo, #lettura per chi non ha paura di guardarsi dentro

DI SILVANA PINTO

Leggere “Il tempo del cuore” è stato per me una ulteriore conferma di ciò in cui credo fortemente, l’ho letto con gli occhi del cuore, da donna “imperfetta” quale mi ritengo di essere. Una donna che, come tante, ha fatto della propria imperfezione un perfetto stile di vita.

Un manuale del Bon Ton, dove si auspica a divulgare il bene, a regalare sorrisi, a guardare con gli occhi del cuore, a non farsi inghiottire dal tempo ma a scandirlo con i battiti del cuore.

L’autrice di questo bellissimo libro è l’avvocato Elvira Frojo.  Nel 2016 ha ricevuto a Roma in Campidoglio il premio “Personalità Europea” e il premio “I love Ischia”; nel 2017 a Caserta, il Premio per la cultura al “Festival Nazionale della Vita” e, a Ischia, il Premio internazionale “Amici di Ischia”.

 

Un libro che deve essere letto indistintamente da donne e uomini, per educare il genere umano al rispetto delle regole del cuore.

In questo libro c’è la voglia di creare un “Galateo dei sentimenti” che riporti alla luce l’essenzialità della vita, in una società che si allontana sempre più dal mondo reale fagocitata dal mondo virtuale, dove tutto diventa apparentemente più semplice e alla portata di tutti. Un mondo che azzera le emozioni mascherandole di finzione, dove le relazioni umane sono schermate, impalpabili e sovente pericolose.

Il tempo del cuore” è un libro che entra nel cuore, un viaggio appassionante e altamente riflessivo che ha come intento il ritorno al cuore, alle emozioni e ai sentimenti.

Un’esplorazione dell’universo femminile, un mondo che nemmeno la “ratio” riesce a spiegare, e non perché le donne siano complicate, ma semplicemente perché le donne usano cuore e mente cercando un equilibrio stabile.

Quelle donne che non hanno alcun timore a guardarsi dentro costantemente, che riconoscono le proprie mancanze, i propri errori, le proprie debolezze, che hanno saputo e voluto trasformare le loro fragilità in punti di forza per “rinascere” a nuova vita. Sono donne comuni, che non hanno paura di mettersi a nudo, che continuano a lottare per emergere, non con arroganza, ma spinte semplicemente dalla voglia di dimostrare a sé stesse e al mondo il grande universo e l’immenso cuore che hanno dentro.

Nel “Il tempo del cuore” l’autrice racconta le storie di tre donne nelle diverse fasi della vita. Storie raccontate con tenerezza e forza insieme, donne “imperfette” che sono riuscite a risalire da quel grosso buco nero attraverso un faticoso lavoro di autoanalisi, riconoscendo i loro errori, spesso causati da embrionali mancanze e lo hanno fatto con una forza innata e mai conosciuta.

Sono donne fatte di cuore, anima, corpo e mente. Donne che non hanno timore di guardarsi allo specchio, che riconoscono in una ruga il segno del tempo che passa, questo tempo che non vedono come un pericolo ma come crescita.

Leggere questo libro mi ha fatto ricordare un pensiero di Papa Francesco, che credo racchiuda fortemente il senso di questo libro: «La donna mostra che il senso del vivere non è continuare a produrre cose, ma prendere a cuore le cose che ci sono. Solo chi guarda con il cuore vede bene, perché sa “vedere dentro”: la persona al di là dei suoi sbagli, il fratello oltre le sue fragilità, la speranza nelle difficoltà».

#cultura# #libri# #scrittori# #autori# #leggere# #lettureconsigliate# #recensioni#

scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società