#Incendi, le fiamme avvolgono il pescarese

DI LUIGI DE CAPOA

Continua l’emergenza incendi in Sicilia, altre regioni si aggiungono alla lista di questa estate di fuoco. Le fiamme interessano anche Abruzzo e Molise. Colpito in Abruzzo soprattutto il Pescarese dove i venti caldi meridionali e le temperature persino superiori ai 40°C hanno aggravato la situazione.

A bruciare la zona sud della città, tra fosso Vallelunga, via Scarfoglio e via Terra Vergine. Le fiamme vicine alle tante abitazioni presenti in zona. Sul posto tutti i mezzi di soccorso e gli elicotteri mentre le autorità hanno disposto l’evacuazione di diverse persone da edifici minacciati. In Molise diversi i focolai, il fuoco  ha messo in ginocchio la zona meridionale della regione,le fiamme sono arrivate al bosco Fantine di San Giacomo degli Schiavoni (Cb) sulla strada che conduce verso Termoli (Cb) e Guglionesi (Cb). La

vegetazione brucia e il garbino alimenta le fiamme, mentre i soccorritori devono barcamenarsi tra i diversi fronti esistenti. Bruciata la pineta di Campomarino (Cb) distrutti centinaia di alberi.

Piromani, ecocriminali ed ecomafiosi. La mafia dei terreni – boschi e pascoli – colpisce ancora. Dietro i roghi che stanno devastando ettari ed ettari di terreno in Abruzzo, Molise, Sicilia e Sardegna c’è quasi sempre la mano criminale dell’uomo.

Follia autodistruttiva, ragioni folli che viaggiano insieme. Un business vero e proprio e lo dicono i numeri. Come quelli messi in fila dagli ultimi rapporti Ecomafia di Legambiente. Una furia incendiaria che sta andando di male in peggio e che distrugge tutto ciò che rende la nostra vita migliore.

Resta solo da chiedersi: avrà mai fine tutto questo?

#ambiente# #incendi# #territorio# #emergenza# #Abruzzo#

Immagine tratta dal web

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società