La difficoltà di essere donna, nel nostro paese

DI FRANCO FRONZOLI

 

Donna ricorda :

“ Più la mano che colpisce ci è cara , più si sente il colpo “ .

Questa è una frase di Madeleine De Puisievux che spinge a riflettere.

Mai una mano dovrebbe alzarsi su una donna, e la donna deve fuggire anche se la mano si alza e non colpisce.

Ricorda donna che un uomo che si senta  “ inferiore “ è più pericoloso , più dedito alla violenza.

Possono far credere che il suo sia “ amore “ , invece …

Chi arma la mano di un violento spesso è il “ possesso “ , la paura di perdere ciò che ritiene di sua proprietà, la gelosia
“ deviata “ .

Ci troviamo in un paese in cui vengono ancora discriminate le donne, un paese in cui la molestia e la violenza sono arrivate a livelli vergognosi , dove non vi sono efficaci provvedimenti preventivi e repressivi.

È una Paese in cui non si aiuta la donna a non aver paura di denunciare, fornendo la consapevolezza che lo Stato è presente.

Possibile che in questo paese si difendono a spada tratta i privilegi, i vitalizi e nulla o ancora troppo poco,  si faccia per difendere le donne dalla violenza? .

Possibile che in questo paese, una persona che ha sulla coscienza stragi ed assassinii, sia protetto da una legge che gli consente di ritornare in libertà? .

 

Le donne dovrebbero avere priorità su tutto, dovrebbero essere protette come una statua di Michelangelo o un quadro di Leonardo.

Ricordo che Alcide De Gasperi, ad un giornalista che gli chiedeva se le donne venissero messe in grado di votare al referendum rispose : “A casa ho 6 donne cosa pensa che io cerchi di fare … ma ciò a prescindere “ .

Altri uomini, altri tempi .

A chi dice che le donne, o alcune di esse , … “ se la vanno a cercare “ ,  bisognerebbe insegnare, quanto sia degradante, questo retaggio culturale obsoleto, per un paese che si definisce civile…

Ecco cosa bisogna combattere con determinazione: l’ignoranza e non solo nel senso di ignorare.

Troppo tempo e troppe parole spese invano, bisogna suscitare indignazione, bisogna richiamare il diritto a non aver paura, ad essere liberi.

Ma senza una cultura che faccia affrontare questi problemi senza la corretta competenza per risolverli, questa nazione cadrà sempre più in basso.

Ce lo possiamo permettere?

Immagine tratta dal web

 

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla