La grande trasformazione

DI ANTONIO MARTONE

 

Soltanto qualche decennio fa, esistevano poche ma significative categorie sociali capaci di distinguere e differenziare l’intero sociale in settori distinti. Forse la più comprensiva sotto il profilo politico era costituita dalla distinzione fra borghesi e proletari che, a sua volta, rispecchiava visioni del mondo precise, nette e che lasciavano pochi margini di alterazione.

A partire dagli anni settanta/ottanta è avvenuta la grande trasformazione. Il mondo sociale da allora si è frammentato sempre più e i fiumi che connotavano le vecchie identità si sono trasformati in tanti ruscelletti che non hanno alcun percorso tracciato ma che possono occasionalmente confluire insieme e altrettanto rapidamente disperdersi.

A parte i movimenti politici, una menzione speciale meritano alcune definizioni di categorie legate alle questioni sessuali che oggi l’ideologia dominante ha ritenuto particolarmente utili ai fini della frammentazione sociale e dunque alla conservazione e al consolidamento del proprio potere. Fioriscono così gruppi – assai diversi fra di loro sotto ogni profilo – come gli hikikomori, i figaless, i chad, i redpillati, i queer, gli LGBT, gli incel ecc.

Che cosa significa questo “neotribalismo”? Questo appartarsi in una nicchia biologico-culturale che cosa vuole comunicare alla nostra situazione storica?

#cultura#pensierocritico#filosofia

scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società