La musica secondo Nathassia Devine, artista unica del multiculturalismo

DI GINO MORABITO

All’età di due anni le prime performance canore, quando suo padre porta a casa un vecchio microfono con cui farla giocare. Metà indiana e metà olandese, è una delle artiste più creative degli ultimi tempi. Cantante, compositrice, dj, produttrice, Nathassia Devine, aka Nathassia, è una performer a tuttotondo che emana una qualità rara: la sua voce, la sua musica i suoi show dal vivo riuniscono, sia le culture orientali, sia quelle occidentali in uno stile affascinante.

Ambasciatrice del multiculturalismo, è la prima artista di musica elettronica ad essersi esibita al tempio di Luxor in Egitto al Nefertiti International Fashion Festival.

Oggi il suo programma radiofonico settimanale, Goddess is a dj, viene trasmesso a circa 4 milioni di ascoltatori in più di 31 paesi, incluso il canale Edm Festival della principale stazione radio di musica elettronica, la DI.FM. Inoltre, i fan possono guardare gli spettacoli dal vivo sulla sua piattaforma di live streaming www.goddessisadj.tv. Il gran numero di seguaci devoti di Nathassia è in continuo aumento.

La musica secondo Nathassia.

«Credo che la musica possa aprire le nostre menti e connetterci tutti, è l’unico elemento in grado di accomunare le nostre peculiarità. Sono cresciuta ascoltando molti stili diversi e nelle mie produzioni musicali mi piace fondere strumenti etnici e tradizionali, che rappresentano il cuore e l’essenza di persone provenienti da paesi e culture di tutto il mondo.»

Una divinità maschile e femminile. Un unico grande cuore pulsante, dove gli elementi coesistono in totale armonia.

«Come molte cose straordinarie nell’universo, la musica coesiste armonicamente come energia creativa femminile che fluisce liberamente all’interno di una struttura energetica maschile… La base perfetta per qualsiasi relazione.»

Cantante, compositrice, dj, produttrice. Una performer a tuttotondo che ha il pieno controllo dell’intero processo creativo.

«Mi sento fortunata perché ho sempre avuto il controllo dell’intero processo creativo della mia musica sin dal primo giorno. Posso scrivere le mie canzoni, produrre o co-produrre la mia musica e modificare tutti i miei video musicali.»

La prima artista di musica elettronica ad essersi esibita al tempio di Luxor in Egitto al Nefertiti International Fashion Festival vive il successo come momento di condivisione con i fan, il management, la sua squadra vincente capeggiata dal già vincitore di Grammy Bruce Elliott-Smith.

«Piuttosto che concentrarmi su come raggiungere il successo, preferisco rafforzare i rapporti con le persone che orbitano attorno a me: i miei fan, il mio management, la mia squadra. Insieme condividiamo il successo e godiamo dei momenti indimenticabili, come quando mi è stato chiesto di esibirmi dal vivo alla Valle dei Re in Egitto. Sono stata invitata dal Nefertiti Festival ed è stato incredibilmente speciale, perché per la prima volta nella storia, in quel luogo sacro, era consentita la musica dal vivo. È stata anche un’occasione per incontrare molti dei miei fan egiziani, alcuni dei quali avevano percorso oltre 600 km solo per vedermi esibire. E, ciliegina sulla torta, ho anche avuto modo di incontrare la principessa d’Egitto!»

Dopo aver assaporato il successo mondiale, Nathassia forgia il proprio stile e il proprio suono, affermandosi a livello internazionale come artista di musica elettronica con il supporto di Blasterjaxx, Andi Durrant, M.I.K.E. Push & BL3ND. Dalla recente collaborazione con GAR nasce il singolo Rainmaker, una traccia costruita ad hoc per essere suonata ad alto volume.

«GAR è una delle più creative star progressiste del subcontinente indiano, un talento elettronico visionario. Insieme abbiamo realizzato “Rainmaker”, una lente sul futuro, quando il cambiamento climatico avrà causato una siccità dilagante.»

Melodie mistiche, testi inquietanti, sassofono ipnotico.

«Pubblicato da ArchangelUK Recordings, “Rainmaker” è un tocco di modernità su vibrazioni di deep house. Con un assolo di sax ipnotico che rende il brano decisamente d’atmosfera.»

Atmosfere esotiche, radici multiculturali e un’immagine seducente. Un’artista come nessun’altra, Nathassia Devine.

«Nata da madre indiana del Suriname in Sud America e da padre olandese, sono cresciuta ascoltando generi musicali estremamente eterogenei. Mi piace mescolare gli stili delle mie radici con le ultime novità in fatto di Edm, mediando tra culture diverse e – si spera – unendo le persone.»

 

Profilo Facebook
https://www.facebook.com/profile.php?id=100005393356203

Musica Intorno
https://www.musicaintorno.it/

Red Carpet magazine
https://www.redcarpetmagazine.it/red-carpet-2-2/

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla