L’abbraccio si fece bambino

DI MARIA RONCA

 

Strappi d’orgoglio
Sfilacciano legami di sangue
Nuvole addensate
E piovono sentenze
Dolorosi distacchi
Allentano la presa
Si finisce
In deserto
In estate rovente
Nulla è come sembra
Tutto è groviglio
Di odio e dissapori
Nessuno vince
Nessuno perde
È un tempo
Di attese
… Senza abbracci

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla