L’asceta

DI ANTONIO MARTONE

Fra cielo e terra, nelle lontananze che separano gli individui e gli enti del mondo, esistono realtà inconcepibili dalla nostra capacità sensoriale e cognitiva.

Perfino nelle infinite distanze interstellari, se ci pensiamo, non c’è spazio vuoto, bensì tante sostanze e particelle – poiché, a rigore, il vuoto non esiste se non come ipotesi logica.

La distanza fra gli enti dell’universo non allontana ma avvicina i corpi: li mette in comunicazione ponendoli nello spazio giusto affinché ciascuno di loro possa essere sé stesso.

#©® Copyright opera artistica di Antonio Martone Titolo “Essenze: l’asceta”,  Dimensioni 50×50,  Tecnica olio su tavola

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità