L’attimo

DI RICCARDO ANCILLOTTI

 

E’ precisamente quello che non cogli,
perché si svela sempre appena dopo,
non da segnali, se non semplici brogli,
capaci di confondere lo scopo.

Atteso, invano, o atteso troppo in fretta,
non lascia scie, del suo semplice snodo,
ma va perpendicolare a chi lo aspetta,
per batterlo sul tempo in ogni modo.

Ti può salvar la vita, sol se perde,
il suo esser l’ambiguo che ti insegue,
e diventare l’attimo saliente,
per ricordarti che è lui che tutto esegue.

Milioni sono gli attimi non colti,
decine quelli scritti nella mente,
moltissimi non saran mai risolti,
soltanto alcuni sfrecceran sovente !

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla