Le immagini della mattanza nel carcere di Santa Maria Capua Vetere rappresentano un’oscenità inaccettabile per un Paese civile

di Michele Piras

“Il grado di civiltà di un Paese si misura osservando la condizione delle sue carceri”.
Sosteneva Voltaire.
Le immagini della mattanza nel carcere di Santa Maria Capua Vetere (pubblicate dal quotidiano Domani) rappresentano un’oscenità inaccettabile per un Paese civile.
Umiliazione, manganelli, pestaggi gratuiti, una esplosione ingiustificabile di violenza e barbarie su chi già sta pagando il prezzo dei propri errori in galera.
E qui non si tratta di stare da una parte o dall’altra, di schierarsi come tifosi come si affretta a fare qualche leader politico schierandosi acriticamente dalla parte dei poliziotti, ma di difendere la parte sana della Penitenziaria insieme ai diritti umani e i fondamenti profondi dello Stato di diritto.
Sia fatta giustizia.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società