Le parole cucite

DI GRAZIELLA DE CHIARA

 

Ascoltami cuore,
mentre sciolgo le parole in musica
e volgo a te questo vagare sonoro
frantumando alle stelle il pensiero crudele.

Venni leggiadra sulle ali di farfalla,
piangendo i fiumi dell’odio lasciati al cuscino come ricordo,
consegnati al destino del nuovo domani
come fossi nuvola sporca.

Ferito ti ritrovai cuore
bistrattato,
in queste tasche mai vuote
strinsi un pugno al cielo
come fosse la vita in questa morsa,
a ritrovare la gioia perduta ferita e poi rinata.

D’azzurro il vestito di questi cieli lucidi
al volto mi son cucito un nuovo giorno.

#grazielladechiara 02/05/2021

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla