Le scappatoie e i buchi

DI ANTONIO MARTONE

“Non mi piacciono i buchi”, disse Matthias, “non si sa dove conducono e neppure chi può esservi nascosto dentro. E poi sono stretti e non c’è luce. Come ci si può abbandonare a loro, decidendo di percorrerli o lasciare che una parte di sé possa penetrarvi?”
“Amo i buchi”, rispose Karl, “dopotutto, quando sei nei guai e il mondo ti appare tutto compatto, e sei sicuro che stia perfino per caderti addosso, i buchi sono l’unica via di fuga. La vita è di chi riesce a vedere buchi, cunicoli e scappatoie laddove tutti vedono pareti invalicabili”

#cultura# #racconti# #storie# #liberopensiero# #scrittori#

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società