Leggere mentre si mangia fa ingrassare: ma è vero?

di Cristina Piloto (biologa/nutrizionista)

Uno studio recente conferma che mangiare guardando lo smartphone o il tablet faccia aumentare il consumo di grassi e l’introito calorico assunto con il pasto.

A questa conclusione è giunto un gruppo di ricercatori della Federal University di Lavras (Brasile) e dell’University Medical Center di Utrecht (Olanda).

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista “Physiology and behavior”, ed è emerso che anche chi si distraeva leggendo una rivista, tendeva a mangiare di più rispetto a chi non si occupava di altro durante il pasto.

Sicuramente mangiare tranquilli e senza preoccupazioni facilita la digestione.

È fondamentale masticare bene, ricordando che l’assimilazione dei nutrienti inizia già nella bocca, e ritagliarsi sempre quel tanto di tempo che permetta di gustare gli alimenti senza voracità o apprensione.

Che poi molte persone, mangiando, guardino la televisione (forse la maggior parte, soprattutto a casa) o leggano notizie su smart phone e tablet o messaggino con amici e parenti, è ormai assodato.

È chiaro che occorre un po’ di buon senso e non tralasciare completamente ciò che di altro si sta facendo, come appunto mangiare.

È importante quindi decidere magari già da prima di sedersi a tavola cosa si andrà ad assaporare.

Resta quindi d’obbligo affermare che non è il guardare la televisione o leggere una rivista mentre si pasteggia che può far ingrassare o no, piuttosto avere consapevolezza di quello che si mangia e anche delle quantità.

Non dimentichiamo che i bambini amano che qualcuno legga loro una storia, anche magari per invogliarli a mangiare o semplicemente per restare in rapporto con gli adulti.

Questo non li induce in genere a mangiare eccessivamente, ma sanno benissimo quando fermarsi.

Diverso è quando vengono magari lasciati ore davanti alla televisione senza nessun tipo di comunicazione e interazione.

Ciò che è più importante per mantenere un benessere psico fisico, che quindi presuppone una buona alimentazione, senza eccessi né in un senso né in un altro, è quindi il rapporto con gli altri, anche magari leggendo qualcosa che ci piace mentre mangiamo (magari se si è soli ovviamente), non scordandosi mai che il pasto, fin da piccolissimi, svolge una funzione nutritiva sì ma anche una modalità con cui interagiamo con il mondo che ci circonda.

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità