Lei

DI GRAZIELLA DE CHIARA

Lei era bella,
il sorriso fatto persona,
la goccia che scivola al viso
diamante prezioso alla sera

Lei era madre, mia madre,
che scrutava ogni pena
e volgendoti parole allegre
ti donava quel sorso di vita
perso fra lacrime amare

Lei cantava armeggiando in cucina,
come fosse usignolo volava,
fra passi decisi alla luna
dedicava la nenia divina

E pregava, pregava il Signore,
che ascoltasse le sue parole:
per chi soffre, chi spera, chi ha male,
una luce voleva donare

Lei era bella
Lei era madre, mia madre!

#grazielladechiara#

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità