Libri. “Camere Separate”, di Pier Vittorio Tondelli, imperdibile lettura

di Olivia Gobetti

IL Libro del mese: “Camere Separate” di Pier Vittorio Tondelli ed. Bompiani.
Una storia d’amore lunga una vita che si nutre con la pienezza della propria solitudine per colmare i vuoti, le mancanze, la distanza fisica vissuta più come premio per l’anima che espiazione dei sensi.
Un amore diverso, ma identico nella sua lacerante passione e in una tenerezza disperata, volta a unire ciò che tende a isolarsi, alle dinamiche che ben conosciamo ogni volta che sperimentiamo quel sentimento totalmente fuori dal nostro controllo.
L’autore mira a esplorare e a dare un senso alla propria solitudine, proponendo un armistizio con se stesso e con i propri demoni, e lo fa utilizzando una scrittura ‘alta’, molto alta, che ci arriva, frase dopo frase, come un regalo inaspettato.
“Camere Separate” è un romanzo che ci cambia perché i suoi doni corrispondono appieno a quelle risposte che, per la loro importanza, mai avevamo smesso di attendere. Buona lettura.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante libro e testo

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità