No ai botti!

DI MARZIA ORTOLANI

Ci riteniamo esseri senzienti, intelligenti, pieni di risposte a domande che neanche ascoltiamo più.

Termina l’anno e dobbiamo creare un clima di guerra acustica degno dello scenario di un film.

Non si capisce il perché, ma il tutto anticipa il delirante finale della notte del 31dicembre, precedendolo con scoppi di botti vari, a qualunque ora del giorno, fino a tarda serata, perché deve fare molto figo tutto ciò.

Intanto, nessuno pensa ad ammalati che vengono disturbati, a bimbi piccoli che magari stanno riposando, ed agli animali, con cui ci riempiamo casa, soprattutto in certi periodi dell’anno, usandoli come regali di Natale, di cui ci stanchiamo, non appena realizziamo che non sono dei peluche.

Botti che li terrorizzano, che li fanno nascondere sotto i letti, negli armadi, dove restano per ore alla ricerca di quiete e cercando di calmare quel cuore che sembra voler scoppiare, da tanto che batte all’impazzata.

Cerchiamo di evitare questi comportamenti che di umano non hanno nulla, ma neanche di animale.

Loro, a noi, non lo farebbero mai e se davvero li amiamo e teniamo loro così tanto, parliamo con i dinamitardi dei palazzi in cui viviamo, invitandoli al rispetto che costa zero e salvaguarda la serenità.

No ai botti! Abbiamo paura e non sappiamo più come farlo capire, e pensare che dite di volerci bene…

©® Copyright testo di Anna Lisa Minutillo

©® Copyright foto di Marzia Ortolani

scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)