Non chiamatela libertà

DI RICCARDO ANCILLOTTI

 

Se c’e’ una cosa che aveva insegnato il covid e’ stata l’uso della mascherina.
Bene, io in tutta la mia vita lavorativa, in qualita’ di tecnico agrario, mi sono sforzato di far capire l’importanza di indossare mascherine adeguate specialmente quando uno fa trattamenti polverulenti, eppure mi sono sentito per lo più rispondere che davano fastidio e quindi ne facevano a meno.

Lasciamo ai medici i risultati di queste scelte irresponsabili, ma chiunque di voi che e’stato in una grande citta’ avra’ sicuramente visto anche dieci anni fa, che i giapponesi indossavano mascherine contro l’inquinamento e le polveri sottili! Noi no !

Io apprezzo respirare liberamente, ma credo che la liberta’ sia un’altra cosa e quindi adesso che la gente era stata costretta dal covid a tenere un comportamento piu” corretto, per se e chi la circonda io eviterei di “buttare via il bambino con l’acqua sporca” e consiglierei di mantenere ancora comportamenti confacenti all’aperto, nelle nostre citta’ più inquinate.

Certo si e’ liberi di suicidarsi come si vuole, ma almeno non la chiamiamo liberta’. Grazie !

scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società