Non come pietre o dogmatici deliri

DI MARCO ZUANETTI

Non come Pietre. O. Dogmatici Deliri.
Viviamo a pochi centimetri dall’ Insolito Bagliore.
Ma. Molte volte. Siamo inchiodati nell’ombra dalla nostra stessa natura.
La felicità è sempre a un passo dall’accadere :
“vicina a me come la mia mano se solo avessi potuto toccarla, a un palmo di distanza se fossi riuscito a raggiungerla, una parola in più se avessi saputo pronunciarla”. Thomas Wolfe
E. Così. Incombe. Su Alcuni di Noi. L’immagine della Soglia.
Simbolo del passaggio da una condizione di angoscia a uno sostanziale ‘stato di grazia’ intravisto e quasi mai raggiunto.
Per contro, è la stessa condizione di potenziale irrisolto a risvegliare i Nostri animi, in un moto di rivolta.
La mancanza più che il possesso. Il desiderio più che la soddisfazione.
Diviene. E’ l’appiglio per Alcuni, che cercano di trovare un senso alla loro esistenza.
E’ quella ricerca che a volte smette di guardare fuori.
E’ quella Ricerca che parte da dentro, che permette grandi sogni e piccole imprese.
E’ quella Ricerca su cui, alle volte, fondiamo i nostri pensieri, raccontando di quell’attimo in cui il sole ci ha illuminato.
Non come Pietre. O. Dogmatici Deliri.

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società