Non mi ami più?: allora ti uccido

DI SILVANA PINTO

Prima, quando finiva un amore, si piangeva, si stava male, si chiudeva lo stomaco, si ascoltavano canzoni tristi e si affogava il dolore nei ricordi…
Adesso quando finisce un amore si uccide… ovviamente generalizzo, anche se le percentuali sono in continuo aumento.
Perché succede questo ? Io me lo chiedo e non riesco a darmi una risposta. Ipotesi tante …sarà un ragionamento solo mio ma voglio condividerlo. Sarà forse il progresso ? Sarà la violenza sciorinata in tv ? Sarà follia che alberga prepotente in menti già di per se malate?
Credo che alla base di tutto ci sia la MANCANZA DI RISPETTO.
Non si rispettano più le persone, le regole, i sentimenti, le volontà del prossimo. Siamo sordi, non ascoltiamo, siamo ciechi, vediamo solo ciò che vogliamo vedere.
Il rispetto è stato surclassato dal POSSESSO. Ma ci dimentichiamo di una cosa fondamentale : nessuno appartiene a nessuno. Abbiamo tutti il diritto di scegliere, di essere liberi, di decidere.
C’è un accanimento al volere una persona o una cosa a tutti i costi.
Signori viviamo in un mondo malato, l’arma letale e’ sì il virus, ma quella più pericolosa siamo noi stessi, incontrollabili, mine vaganti pronte ad esplodere. Il virus uccide ma noi arbitrariamente puntiamo pistole, e a me tutto questo, vi confesso  fa una gran paura.

#scrittori# #donne# #stopviolenzasulledonne# #amorimalati# #leggere#

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società