Osservo con discrezione (e molta invidia) quell’amore appena sbocciato

di Chiara Farigu
Il mondo è lontano in questo tratto di spiaggia. Possiamo contarci: un ragazzo che gioca col suo cane, un pescatore in attesa che almeno un pesce abbocchi ed il mio animo tormentato in cerca di pace.
Poi li intravedo. Avranno sì o no 16/17 anni.
Lui accarezza i capelli di lei, lei il ciuffo di lui.
Un bacio. Due baci. Tre baci. Poi perdo il conto.
Li osservo con discrezione. Ma anche con molta invidia.
Invidio quel sentimento fresco, quelle promesse scambiate che quasi certamente non verranno mantenute ma che al momento li fa camminare tre metri sopra il cielo.
Invidio la loro età ed il futuro che hanno davanti. Pur sapendo che non sarà sempre rose e fiori. Anzi!
Invidio la leggerezza dei loro pensieri, il loro mondo fatto di momenti rubati in quella terrazza dove fino a qualche settimana fa si accalcavano i bagnanti.
Il mondo coi suoi affanni è lontano anni luce da quella terrazza.
Gli unici occhi indiscreti, i miei.
C’è pace intorno.
E silenzio.
A parlare, i loro abbracci
*Immagine Chiara Farigu
Chiara Farigu

Pubblicato da Chiara Farigu

Insegnante in pensione, blogger per passione. Laureata in Scienze dell'Educazione, ama raccontarsi e raccontare l'attualità in tutte le sue sfaccettature. Con un occhio particolarmente attento al mondo della scuola e alle sue problematiche