Parlando alla luna

DI GIOVANNI DE LUCIA

È così ti trovi a parlare alla Luna, specchio silenzioso di mille sogni. Pietra di Luna come lago dove affogare ogni illusione, per poi rinascere come cerchio d’acqua ad ogni lacrima lanciata come sassi.

Non hai volto se non quello della mia leggenda, disco di vinile con il quale hai fatto danzare i suoi sorrisi e inginocchiare ogni mia preghiera. Luna portami via e fammi eclissi, confondimi nel buio tra gli sprazzi di stelle.

Aiutami a specchiarmi nel pozzo di quest’anima. Fa che quest’aria sia brezza mossa dal volo di falene. Piena, nuova o come falce attraversa con me, come attraversi tutti i giorni di questo universo, ciò che mai vedrà risveglio.

È il tempo dell’alta marea, dove ogni orma sarà regalata al mare.

Immagine tratta dal web

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità