Parole in altura

DI ANTONIO MARTONE

 

Amo le fonti d’acqua che sorgono sui territori rocciosi. Magari collocate in altura. I ruscelli a cui fanno vita sembrano emergere dal nulla e si snodano fra alberi forti che hanno visto tante stagioni. Quegli alberi effondono nell’aria flagranze innominabili: non assomigliano a niente se non a se stesse!

Amo le parole che sorgono sui territori rocciosi. Magari collocati in altura. Quelle parole sono dense, limpide come acqua appena sgorgata dalla fonte. Quelle parole effondono nell’aria flagranze innominabili: non assomigliano a niente se non a se stesse!

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla