Piero Angela, 92 anni e non sentirli

di Chiara Farigu

‘Se sei curioso, creativo e ti interessi di diversi argomenti, allora stai bene. Funziono meglio adesso, rispetto a trenta anni fa’, risponde Piero Angela a chi gli domanda come ci si sente dinanzi a un compleanno così importante come quello che festeggia oggi: 92 anni.

Curiosità, creatività, conoscenza e interesse che mette a disposizione dei giovani nel nuovo programma ‘Prepararsi al futuro’ in onda su Rai Premium dal 17 dicembre. Una sorta di dialogo intergenerazionale tra studenti e grandi personaggi di ogni campo: scienziati, economisti, storici, demografi, tecnologi, filosofi coi quali affrontare temi del mondo moderno pensando al futuro. L’Ambiente e la Sostenibilità sono il filo rosso di questa prima serie, una sorta di ‘manuale di sopravvivenza’, così l’ha presentata il divulgatore scientifico agli studenti, temi di fondamentale importanza per affrontare al meglio tutte le sfide che stiamo vivendo e le nuove che si presenteranno.

Responsabilità preparazione e conoscenza sono stati sempre i pilastri del suo lavoro, ieri e ancor più oggi. Non si può essere approssimativi o superficiali quando si quando si parla di scienza, sottolinea Angela, invitando i giovani alla lettura e allo studio coi quali abbattere ignoranza e pregiudizi.

Su quale sia il segreto della sua longevità fisica e mentale non ha dubbi: buoni geni e tanti interessi. Il cervello è un serbatoio che più lo riempi, più il suo spazio aumenta, è fondamentale mantenerlo costantemente  attivo, così come avere degli hobby e non stancarsi di essere curiosi.

E lui che della curiosità ne ha fatto la ragione stessa della sua vita e della sua lunga e invidiabile carriera,  gli anni non li conta più. Li vive con la leggerezza di sempre, sebbene non manchi qualche acciacco. ‘Penso a me stesso come a un giovanotto, almeno interiormente’, sostiene.

Qualcuno forse osa dubitarne?

Auguri, Maestro!

*Immagine ANSA/GIUSEPPE LAMI
Chiara Farigu

Pubblicato da Chiara Farigu

Insegnante in pensione, blogger per passione. Laureata in Scienze dell'Educazione, ama raccontarsi e raccontare l'attualità in tutte le sue sfaccettature. Con un occhio particolarmente attento al mondo della scuola e alle sue problematiche