Promesse di pace tra rigurgiti di guerra

DI FRANCO FRONZOLI

Cercava la pace ed ha trovato la guerra il bambino di Kabul a cui era stata assicurata la pace, la libertà, una promessa che risale a venti anni fa .

Tutto svanito: per una fuga indecente di eserciti armati più da interessi che di umanità.

Tornano i burqa, i volti delle donne tornano a sparire, dopo essere stati privati della loro dignità. Donne ristrette in luoghi indecenti, private di tutto, in primis della scuola.

Tante promesse di democrazia,  di scuola e università quindi della possibilità di istruirsi , di  poter lavorare con i  volti scoperti.

Poi, l’atto di codardia, una fuga che lascia donne e bambini in povertà, privi della minima libertà .

I “ civili “ scappano e lasciano il campo a chi non conosce la civiltà, l’umanità , la tolleranza.

Dio ci salvi da chi promette di portare “ democrazia “ , ricchezza e soprattutto la civiltà.

Dio ci salvi dalle false promesse!

#riflessioni# #scrivere# #racconti# #kabul# #leggere# #raccontibrevi#

Immagine tratta dal web

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società