Quando finisce un amore?

DI SILVANA PINTO

Ma quando finisce un amore? Un amore finisce quando si spegne la fiamma, quando i silenzi occupano la stanza, quando non si è più complici ma nemici… quando guardi quella che consideravi la tua metà e che oggi è forse solo un quarto o nemmeno.

L’amore finisce quando i sorrisi diventano musi lunghi, quando si litiga anche per le cose più banali che diventano pretesti per fare esplodere la bomba che ti porti dentro.

L’amore finisce per quelle incomprensioni che un tempo ti facevi scivolare addosso ma che adesso si cristallizzano e diventano montagne invalicabili, porte chiuse così come chiuso è il cuore.

La mente accetta la fine, il cuore un po’ meno, perché c’è sempre la speranza che la situazione si ribalti e che ritorni tutto come prima… già, come quando ci si amava alla follia mentre adesso la sola follia è il pensiero di perdersi per sempre …quel per sempre che hai giurato davanti a Dio, con una chiesa gremita di gente, che festeggiava questa unione che adesso è una divisione, e il totale è amaro come le lacrime che ti tieni in gola per proteggere i figli.

Ed è finita la favola di Francesco e Ilary, una coppia da romanzo rosa, di quelli a lieto fine “e vissero per sempre felici e contenti”…
L’amore finisce, e credo che non serva giudicare o sputare sentenze su una coppia che si separa.

Quando un amore finisce si soffre terribilmente per una serie infinita di motivi che solo la coppia conosce ed è giusto che sia così.
È opinione quasi comune che la fine di un matrimonio sia un fallimento.

Io non credo sia così, perché fino a quel momento ci hai creduto, ma adesso non hai fallito, semplicemente è finita.
Tutto questo non lo comprendi all’inizio ma solo dopo anni, dopo che ti sei tormentato, dopo che ti sei fatto abbastanza male da non sapere più dove colpirti.

Con il tempo capirai, accetterai che questo ciclo della tua vita si è chiuso per sempre, perché come ogni favola che si rispetti, a lieto fine o non, c’è sempre la parola FINE.
E poi ti chiedi se tornerai ad amare, chi lo sa, ma questa è un’altra storia…

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità