Quando i genitori separati utilizzano i figli per ‘distruggere’ l’ex coniuge

di Andrea Melis

Quando i genitori separati  non accettano la separazione e utilizzano i figli per ‘distruggere’ l’ex coniuge. La fine di un’amore non giustifica il disamore.
Oggi parlerò di un tema che mi amareggia profondamente (anche se non mi tocca personalmente): i bambini usati per la guerra tra genitori separati. Ne sento ogni giorno. E’ una roba da accapponare la pelle.
Quando i genitori separati non accettano la separazione e usano i figli per:
– Distruggere l’ex coniuge, come genitore e come dignità.

– Far odiare il nuovo/la nuova compagna del coniuge dai bimbi.
– Riempirli di sensi di colpa e di paranoie.
– Tenerli legati a sé non con l’amore ma con il ricatto e la paura
Beh questa è la morte dell’umanità.
E siccome le separazioni aumentano a dismisura, queste situazioni stanno diventando troppe e troppo pericolose.
Cosa si aspetta a creare strumenti di tutela e supporto per queste creature e per i genitori inadeguati?
Qualcosa che non siano i servizi sociali e strapparli alle famiglie?
Quando si farà seriamente formazione pubblica sulla genitorialità?
Anche se molti ex coniugi pensano che i figli siano una loro proprietà solo perché li hanno messi al mondo, non capiscono che sono anche il futuro del mondo. Di tutti noi.
E a noi servono bambini sereni, felici, forti, coraggiosi, sicuri, fieri di se stessi e dei loro genitori.
Questa cosa mi mette molta agitazione e sono sicuro riguardi o abbia riguardato davvero molte persone.
Quando finisce l’amore tra due adulti, dovrebbe iniziare per contrappeso il culmine dell’amore per i figli.
Vi prego, disarmate gli ex coniugi incapaci dal fare un uso criminale dei propri figli.
Ci sono migliaia di bambini la fuori usati ogni giorno come bombe psicologiche. E questo prezzo lo pagherà la società tutta. Il mondo intero.
La fine di un’amore non giustifica il disamore.

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità