Quando la pandemia sarà finita, c’è qualcosa che ci mancherà

di Nicola Fratoianni

C’è qualcosa che mancherà.
Nonostante le privazioni che la pandemia ci ha provocato, nonostante i tempi duri che abbiamo visto e vissuto.
Abbiamo però riscoperto il piacere degli affetti, del tempo dedicato alla famiglia, ai nostri spazi più intimi, agli interessi.
I ritmi forsennati di ogni giorno tolgono spazio e tempo alle nostre piccole e grandi cose.
Quante volte ci siamo lamentati di avere poco tempo per noi, per la famiglia, per i nostri figli, per la cura degli affetti?
Dobbiamo provare a recuperare quel tempo! Perché la pandemia ci ha insegnato che è possibile.
Che si può rivedere l’organizzazione della vita, dei tempi di lavoro e dei tempi dedicati a se stessi.
Perché si possa ancora continuare a incrociare felici i propri sguardi con quelli delle persone cui si vuole bene.
Anche per questo serve rivedere in profondità il modo con cui viviamo, a partire dagli orari di lavoro. Perché la vita non sia una costante scelta fra il lavoro e tutto il resto. Quando tutto il resto, spesso, è la vita stessa.
*Immagine pixabay

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di informazione