Rincari sui generi alimentari, effetto domino in Italia

DI LUIGI DE CAPOA

 

Nuova bastonata per gli italiani. Rincari sui generi alimentari. Come se non bastassero già i rincari sulla benzina e sulla corrente elettrica.
Aumenti a tappeto sulla materia prima, dalla farina al pane, dal caffè alla carne, dal cacao al riso con un aumento del 30% .

L’allarme arriva dalle associazioni di categoria che informano sull’ aumento esponenziale delle materie prime, partendo dai mercati internazionali che come un effetto domino, arriveranno anche in Italia gravando sulle spalle dei consumatori.

L’Associazione Nazionale dei Panificatori Pasticceri denuncia aumenti rispetto allo scorso anno del 9,9% sul frumento duro e un 17,7% su quello tenero. Nulla se paragonato agli oli di semi raffinati aumentati del 33% e del burro al 31%.

L’aumento del costo del grano e dell’olio di semi diventa un problema per panettieri e consumatori ” la semola di grano duro, utilizzata per produrre pasta e pane, aumentata del 70%, quindi pastai e panettieri sono costretti a dover aumentare i prezzi dei loro prodotti” spiega Fabio Fontaneto di CNA.

Sotto osservazione anche il latte e derivati, cosi come gli allevamenti che dovranno pagare prezzi più alti per far mangiare i propri animali.” Siamo a rischio inflazione che potrebbe essere un freno formidabile alla ripresa del Paese” ha dichiarato Marco Pedroni, presidente di Coop Italia e Ancc-Coop.” Siamo legati ad un filo: che questi rincari siano passeggeri e non duraturi” ha concluso Pedroni.

Immagine tratta dal web

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società