Sanremo2022. Sul palco dell’Ariston in arrivo una vera bomba: Drusilla Foer

di Cinzia Marongiu

“Finalmente ho un ottimo motivo per guardare Sanremo” si legge su Twitter in centinaia di post. Appena Amadeus ha pronunciato il suo nome, Drusilla Foer, come una delle cinque presenze femminili del Festival, è partita la hola social. In tantissimi applaudono la scelta del conduttore di coinvolgere la nobildonna senese, ironica, anticonformista e graffiante sotto la cui chioma candida e i vestiti di chiffon si nasconde Gianluca Gori.

Si tratta della prima conduzione “en travesti” del Festival e in un colpo solo seppellisce definitivamente le assurde critiche di sessismo piovute addosso ad Amadeus alla vigilia del suo primo Sanremo, quando fu accusato di avere in poca considerazione le donne, usate per lo più come belle statuine. Mai scelta è stata più coraggiosa e “inclusiva” e unita alle altre donne invitate ad affiancarlo sul palco dell’Ariston, compone un mondo femminile quanto mai variegato e complesso, forte di donne che hanno fatto la storia del cinema e del costume, come Ornella Muti e Sabrina Ferilli, e di artiste emergenti come Maria Chiara Giannetta e Lorena Cesarini. Ma non c’è dubbio che lo scarto ai pregiudizi e la vera rivoluzione sia rappresentata dall’arrivo dell’”anziana soubrette” un po’ vanesia ed ‘Eleganzissima’ del recital tra musica e racconto che porta in tour anche in questi giorni nei teatri italiani.

Ma chi è Drusilla Foer? Stella del web e icona fashion (qui la nostra videointervista), a inventarla e a dotarla di una sua vera e propria biografia è l’attore Giancluca Gori, che ne ha fatto il suo alter ego e che da anni appare nelle sue sembianze in tv e in spettacoli teatrali ma anche sui social, dove Drusilla ha un proprio seguitissimo account. Insomma, ormai il burattino ha preso il sopravvento sul burattinaio del quale tra l’altro non vuole nemmeno sentir pronunciare il nome. È accaduto qualche mese fa a “Oggi è un altro giorno”, quando Serena Bortone ha azzardato a chiederle di Gori. La risposta è stata vagamente stizzita con tanto di smorfia: “E chi lo conosce?”.

Artista, cantante, attrice e pittrice, ha recitato nel film di Ferzan Ozpetek “Magnifica presenza” e in “Sempre più bello” di Claudio Norza, è stata giudice di “Strafactor”, lo speciale di “X Factor”, poi editorialista a “Matrix Chiambretti” su Canale 5, ospite fissa a “CR4 – La Repubblica delle Donne” su Rete 4 e in “Ciao Maschio” su Rai1. In radio ha preso parte come ospite fissa al programma “Facciamo finta che…” di Maurizio Costanzo e Carlotta Quadri su R101. Non solo. Nel 2020 ha anche scritto il suo primo libro, “Tu non conosci la vergogna. La mia vita eleganzissima” (ed. Mondadori), in cui racconta la sua “vita randagia, emozionata e combattuta. Una vita non male. Una caccia al tesoro a cui ho giocato con tutto il coraggio che mi è stato possibile”.

E di coraggio in effetti Drusilla ne possiede a bizzeffe, visto che da anni non fa mancare il suo sostegno a cause sociali di grande importanza ma anche a prese di posizione utili a svecchiare lo stantìo moralismo di facciata in cui tanti connazionali si barcamenano.

Eccola allora discettare di sesso occasionale così: “Perché demonizzarlo? Il sesso è divertente. E quello “occasionale” è appunto un’occasione. Se lo si fa con piacevolezza, allegria, attenzione verso se stessi, non vedo perché farsi problemi. Il sesso è liberatorio, divertente rigerenante. Bisogna imparare a farlo bene. Il meglio possibile… e il più a lungo possibile”.

Insomma, non c’è dubbio che all’Ariston sia in arrivo una vera bomba. (FONTE: Tiscali.spettacoli.it)

scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)