Sarà la scienza a salvarci, anche stavolta. Anche dalla superstizione e dalla presunzione

di Michele Piras

Nel nostro Paese sono state finora somministrate 39 milioni di dosi di vaccino.
Di questi oltre 12 milioni sono immunizzati, ovvero hanno già ricevuto la seconda dose.
La colossale campagna vaccinale di questi mesi è la chiave della porta d’uscita, oltre che il miglior modo per onorare la memoria delle vittime della pandemia e superare la paura.
Stiamo tornando a vivere e lentamente acquisiremo fiducia nel fatto che il mostro non tornerà a insinuarsi nelle nostre esistenze.
Ed è curioso e al contempo fastidioso continuare a leggere di negazionisti di ogni genere che ignorano la banale distinzione fra cura e prevenzione, fra forme aggressive e forme lievi, che viaggiano sul web alla ricerca dei due o tre contagi avvenuti dopo il vaccino, che cercano morti che non esistono, che ora ci spiegano dei presunti effetti collaterali del vaccino a distanza di anni.
Tutti con la laurea in medicina trovata nelle uova Kinder.
Sarà la scienza a salvarci, anche stavolta.
Anche dalla superstizione e dalla presunzione.

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla