Sballo

DI ANTONIO MARTONE

 

Che ne è dell’antica sapienza europea? Qualsiasi rappresentazione dell’umano o del divino sembra sospesa o cancellata, insieme al passato e al futuro, e l’uomo appare affidato integralmente ad un presente che soltanto nello “sballo” individua la propria possibile esistenzialità.
È proprio di questo che i nuovi barbari approfittano. Essi stanno cercando in tutti i modi di escludere i popoli dalla consapevolezza piena e virile della mancanza di sostanza, etica e politica, per trascinarli in un inedito, terribile quanto fallace riempimento: quello del Capitale e della tecnica. Gestiti ambedue da una nuova oligarchia che non ha, però, nulla di aristocratico (i migliori) ma è tanto più forte quanto più è volgare.

#cultura# #scrittori# #liberopensiero# #pensierocritico# # riflettendo#

 

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società